In primo piano

In primo piano18/04/2021

Campania zona arancione da domani: regole, cosa si può fare

L'ordinanza sugli orari dei negozi, trasporti e scuole. Le misure su spostamenti, seconde case e sport. 

 

 

 

 

 

SPOSTAMENTI - Coprifuoco dalle 22 alle 5. Nella zona arancione è consentito uno spostamento giornaliero verso una sola abitazione privata abitata in ambito comunale, in non più di due persone (oltre a under 14 e persone disabili o non autosufficienti). Gli spostamenti verso altri Comuni (e quindi anche quelli verso altre Regioni/Province autonome) sono consentiti esclusivamente per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. A chi vive in un Comune che ha fino a 5.000 abitanti è comunque consentito spostarsi, tra le 5.00 e le 22.00, entro i 30 km dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione o Provincia autonoma), anche per le visite ad amici o parenti nelle modalità già descritte, con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia.

 

SCUOLA - Didattica in presenza per scuola materna, elementare e media. Le superiori garantiscono l’attività didattica in presenza ad almeno il 50 per cento, e fino a un massimo del 75 per cento, della popolazione studentesca, mentre la restante parte si avvale della didattica a distanza.

 

BAR - Sono sospese le attività di servizi di ristorazione all'interno dei locali (tra cui pub, bar, ristoranti, gelaterie e pasticcerie). Fino alle 22 è consentita la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Nessuna restrizione per la ristorazione con consegna a domicilio. Per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dai codici ATECO 56.3 (bar e altri esercizi simili senza cucina) l'asporto è consentito fino alle 18.

 

PARRUCCHIERI E ESTETISTI - Esercizi commerciali tutti aperti in zona arancione, compresi i servizi alla persona (parrucchieri, estetisti ecc.). L’apertura degli esercizi commerciali e dei servizi alla persona (barbieri, parrucchieri, estetisti) è permessa "al fine di agevolarne la fruizione dilazionata da parte degli utenti, in deroga ad eventuali disposizioni più restrittive", dalle ore 7 alle ore 21.30 e senza obbligo di chiusura domenicale o settimanale, "fermo il rispetto della normativa a tutela dei lavoratori dipendenti".

 

SPORT - Restano chiuse palestre e piscine. In zona arancione è consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all'aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno 2 metri per l'attività sportiva, salvo che sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o per le persone non completamente autosufficienti. E' consentito recarsi presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, del proprio comune o, in assenza di tali strutture, in comuni limitrofi, per svolgere esclusivamente all'aperto attività sportiva di base. E' interdetto l'uso di spogliatoi interni nei circoli. In zona rossa sono sospese l'attività sportiva di base e l'attività motoria in genere presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sia all’aperto che al chiuso. Vietato lo svolgimento degli sport di contatto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ORDINANZA n.14 del 17.04.2021

In primo piano02/04/2021

Coronavirus, gli aggiornamenti

Campania in zona rossa. Per Pasqua possibile uno spostamento giornaliero verso altra abitazione privata. Dopo Pasqua ritorno in aula degli alunni fino alla prima media.

 

 

AGGIORNAMENTO DEL 2 APRILE 2021

 

 

Da mercoledì 7 aprile riapriranno  le scuole dell'infanzia, le scuole primarie e le medie (limitatamente alle prime classi). Verrà riattivato, sempre dal 7 aprile, il trasporto scolastico collettivo.

Si precisa, che non sarà più facoltà dei Sindaci adottare provvedimenti in contrasto con la disciplina nazionale.

 

DECRETO-LEGGE 1 aprile 2021, n. 44

 

 

In primo piano31/03/2021

Auguri di Pasqua

Auguri di Buona Pasqua da parte del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale.

In primo piano30/03/2021

COVID-19, ORDINANZA n.12 DEL 30 MARZO 2021 - DISPOSIZIONI DI PREVENZIONE SANITARIA FESTIVITÀ PASQUALI

COVID-19, ORDINANZA n.12 DEL 30 MARZO 2021 - DISPOSIZIONI DI PREVENZIONE SANITARIA FESTIVITÀ PASQUALI

In primo piano18/03/2021

Giornata Nazionale in memoria vittime Covid-19

Giornata Nazionale in memoria vittime Covid-19

In primo piano17/03/2021

AVVISO PUBBLICO

Procedura aperta alla partecipazione per l’aggiornamento del Codice di comportamento.

 

 

Avviso

 

Bozza

 

Mod.osservazioni alla bozza del codice di comportamento.

In primo piano16/03/2021

Ordinanza del Presidente della Regione Campania n. 9 del 15/03/2021

 

La parte dispositiva dell’Ordinanza del Presidente della Regione Campania n. 9 del 15/03/2021 stabilisce che:

1.1. con decorrenza dal 16 marzo 2021 e fino al 3 aprile 2021: - è vietato lo svolgimento in presenza delle attività didattiche e formative e relative prove di verifica e di esami inerenti ai corsi di lingua, teatro e simili. Le attività di formazione professionale restano invece consentite in presenza, in ogni caso entro i limiti previsti dall’art.25 del DPCM 2 marzo 2021, ove detta modalità sia indispensabile ai fini del relativo svolgimento; - è altresì vietato lo svolgimento in presenza delle lezioni e dei corsi, teorici e pratici, delle autoscuole e scuole nautiche, per il conseguimento di qualsiasi tipo di patente;

1.2. con decorrenza dal 18 marzo 2021 e fino al 5 aprile 2021: - sono vietati gli spostamenti dal Comune di residenza, domicilio o dimora abituale sul territorio della Campania verso le seconde case in ambito regionale, salvo che per comprovati motivi di necessità o urgenza e comunque per il tempo strettamente indispensabile.

1.3.Ai sensi di quanto disposto dall’art. 31 del DPCM 2 marzo 2021, a bordo dei mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale è consentito un coefficiente di riempimento non superiore al 50 per cento.

1.4. Per i servizi di trasporto pubblico locale di linea terrestri (su ferro e su gomma), è consentita la rimodulazione, anche in riduzione, dei programmi ordinari di esercizio, sulla base delle effettive esigenze e al solo fine di assicurare i servizi minimi essenziali, la cui erogazione deve, comunque, essere modulata in modo tale da evitare il sovraffollamento dei mezzi di trasporto nelle fasce orarie della giornata in cui si registra la maggiore presenza di utenti.

1.5. I servizi, come modulati ai sensi del precedente punto 1.4., sono comunicati alla Direzione Generale Mobilità della Regione Campania, nonché all’Ente titolare del contratto di servizio. Dalla data di comunicazione il servizio è erogato secondo la nuova rimodulazione, salvo il potere della Direzione Generale Mobilità e degli Enti titolari del contratto di servizio di disporre modifiche, sulla base di eventuali esigenze di interesse pubblico connesse anche al perseguimento delle finalità di contenimento e prevenzione dei rischi di ulteriori contagi.

1.6. Per i servizi di TPL marittimo con le isole del Golfo di Napoli, è confermata la programmazione dei servizi minimi oggetto dei contratti di servizio in essere.

1.7. È fatto obbligo alle Aziende di trasporto di dare la massima diffusione alla nuova programmazione dei servizi essenziali a tutti gli utenti sui propri siti aziendali, alle fermate, alle stazioni e su ogni altro mezzo di comunicazione alle stesse in uso.

1.8. È demandata alla Direzione Generale Mobilità l’attività di monitoraggio sulla programmazione dei servizi attualmente garantiti, in raccordo con gli Enti locali interessati, anche al fine di eventuali rimodulazioni per efficientare i servizi medesimi nel rispetto delle misure di contenimento e prevenzione dei rischi di ulteriori contagi.

1.9. Sono confermate le disposizioni delle Ordinanze n.7 del 10 marzo 2021 e n.8 dell’11 marzo 2021, con la precisazione che la deroga alla sospensione delle attività di vendita di generi alimentari e dei prodotti agricoli e florovivaistici riguarda altresì i negozi/box siti in prossimità o all’interno di aree mercatali, ove sussista la possibilità di contingentare gli accessi e limitatamente agli esercizi provvisti di accesso diretto alla rete idrica.

 

Scarica qui l’Ordinanza n.9 del 15/03/2021

In primo piano11/03/2021

Ordinanza del Presidente della Regione Campania n. 7 del 10/03/2021 

L’Ordinanza del Presidente della Regione Campania n. 7 del 10/03/2021 dispone limitazioni alla mobilità e alle attività dei mercati.

Ecco la parte dispositiva dell’ordinanza:

- con decorrenza dall’11 marzo 2021 e fino al 21 marzo 2021, salvo che nella fascia oraria 7.30-8,30, è disposta la chiusura al pubblico di parchi urbani, ville comunali, giardini pubblici, lungomari e piazze, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali aperti e alle abitazioni private. I soggetti competenti garantiscono la chiusura di eventuali porte e varchi di accesso.

- con decorrenza dal 12 marzo 2021 e fino al 21 marzo 2021, è vietato lo svolgimento di fiere e mercati per la vendita al dettaglio, ivi compresi quelli rionali e settimanali, anche con riferimento alla vendita di generi alimentari. Sono esclusi dal divieto i negozi siti in prossimità o all’interno di aree mercatali, purché provvisti di servizi igienici autonomi, limitatamente alla vendita dei generi alimentari e alle altre attività consentite sul territorio regionale dal Dpcm del 2 marzo 2021.

- Nell'ordinanza, inoltre, si raccomanda ancora una volta alla popolazione, di evitare assembramenti e ai datori di lavori pubblici e privati il ricorso alle percentuali più alte possibili di modalità di lavoro agile.

Scarica l’ordinanza:

Ordinanza n. 7 del 10/03/2021

torna all'inizio del contenuto